Un ricordo speciale (e calcistico) di don Tonino

L’amico bordonchiese Leonardo Neri ha pubblicato un ricordo speciale di don Tonino. Una rara foto e un post sulla pagina Facebook del don, a commento.

Lo riportiamo qui a beneficio dei nostri lettori. Un bel ricordo  del sacerdote scomparso stanotte.

Correva l’anno 1959 e questa era la squadra ginnasiale più forte del seminario vescovile di Rimini, allora situato nei locali accanto al duomo. Il campo si trovava nel lato sinistro (verso il mare) guardando la facciata del duomo, dove ora c’è sala Manzoni. La formazione non è qui completa, anche perchè non si poteva giocare in 11 essendo il campetto di dimensioni limitate. La formazione era la seguente: Renzo Migani, Antonio Fabbri (che verrà ordinato nel 1968), Gabriele Ravegnini (che morirà per un male incurabile, circa sei mesi dopo), Tonino Brigliadori (che verrà ordinato nel 1969). In basso da sinistra: Mauro Ercoles (ordinato sacerdote e scomparso prematuramente), Roberto Raimondi, Leonardo Neri (insegnante, amico di tutti, ma in particolare del caro don Tonino Brigliadori) e Orlando Camporesi.
Ciao amici, un giorno giocheremo nuovamente insieme, in un prato azzurro, a Dio piacendo.

 — con Antonio Brigliadori

leonardo neri con antonio brigliadori
“Renzo Migani, Antonio Fabbri (che verrà ordinato nel 1968), Gabriele Ravegnini (che morirà per un male incurabile, circa sei mesi dopo), Tonino Brigliadori (che verrà ordinato nel 1969). In basso da sinistra: Mauro Ercoles (ordinato sacerdote e scomparso prematuramente), Roberto Raimondi, Leonardo Neri (insegnante, amico di tutti, ma in particolare del caro don Tonino Brigliadori) e Orlando Camporesi.”

2 thoughts on “Un ricordo speciale (e calcistico) di don Tonino”

  1. Grazie Emanuele per il tuo prezioso lavoro a servizio della collettività. Sei sempre puntuale e preciso nel sottolineare gli eventi che ci coinvolgono, ci commuovono, ci formano. Vorrei riportarti le parole scritte dal nostro vecchio parroco Don Antonio Benedettini (quello precedente l’attuale Don Enzo Gobbi), il quale, in occasione della prima messa solenne celebrata a Bordonchio il 29 giugno 1969 dal novello sacerdote Don Antonio (Tonino) Brigliadori, scriveva: “O Signore, vi sono oltremodo grato poichè oggi, 29 giugno – festa di San Pietro e Paolo – salgo all’altare per celebrare la S. Messa del mio sessantunesimo compleanno di parroco a Bordonchio con il nono Sacerdote, cresciuto nella parrocchia, Don Antonio Brigliadori. O Signore, tutto quello che ho ve lo dono, come sempre. In questo giorno mi avete donato tanta gioia, desidero privarmene perchè ritorni a voi affinchè noi due Sacerdoti ci ritroviamo in Paradiso assieme ai nostri parenti, superiori, benefattori, parrocchiani.”
    Certamente quell’ultimo desiderio espresso da Don Benedettini (l’Arziprit, così lo chiamavamo), penso si sia ora, a distanza di 46 anni, realizzato. Pensando a questo, pur col pianto nel cuore, facciamo festa!
    -Leonardo

La tua opinione su quanto hai letto può essere preziosa! Scrivi qui!