Voci dalla Provincia

La rassegna stampa di InterVista

Oggi in edicola Mercoledì, 23 Settembre 2015

Lutto al Pic Nic. Maurizio Bellini, 74 anni, si è tolto la vita ieri mattina all’interno del suo ristorante in via Tempio malatestiano, il ’Pic Nic’. Verso le 9,30 il suo socio Roberto La Maida lo ha trovato impiccato con una tovaglia al soppalco. Arrivati sul posto, i carabinieri non hanno trovato biglietti che spiegassero il perché. Alla base del gesto ci potrebbero essere problemi finanziari (ilCarlino, Corriere, LaVoce).

Lavanderia fiscale. Tredici albergatori riminesi sono stati rinviati a giudizio per omesso versamento di Iva. Nascosti al fisco quasi 5 milioni di euro con la complicità di un lavandaio di Poggio Berni che avrebbe fornito agli albergatori fatture false per farli risultare a credito di Iva. L’indagine della Guardia di finanza è partita da un controllo di Agenzia delle entrate sulla lavanderia nel 2012 (Corriere, ilCarlino).

Niente prescrizione per i reati fiscali. I misfatti degli albergatori e del lavandaio risalirebbero al periodo che va dal 2005 al 2011, il giudice Fiorella Casadei ha accolto la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo che invita i giudici italiani a disapplicare i termini della prescrizione per i reati fiscali più gravi perché troppo brevi e favorevoli agli imputati. Secondo la normativa italiana i casi risalenti al 2005 e al 2006, che coinvolgono due degli albergatori, sarebbero in prescrizione (Corriere).

Mercato pericoloso. Le accuse di ieri della preside delle medie Panzini Lorella Camporesi si basano su una relazione tecnica, quella dell’ingegner  Umberto Quattrocchi, responsabile di ‘Monitor Engineering’, azienda specializzata in sicurezza sul lavoro. La relazione dice che “la pericolosità è innegabile, visto che in piazza Castelfidardo è previsto il punto di raccolta in caso di emergenza” (ilCarlino, LaVoce). Questione a cui il Comune ha risposto nel corso dell’assemblea dell’altro giorno con gli ambulanti.

Violate norme urbanistiche. Il legale del comitato degli ambulanti Comar, Andrea Mussoni, ha presentato il nuovo ricorso con sospensiva al Tar contro la delibera del Comune di Rimini che sancisce il trasloco del banchi da piazza Malatesta. La norma violata è l’articolo 8 delle norme tecniche di attuazione del Prg che prevede sì la possibilità di utilizzare un’area, come la ex Padane, con una diversa destinazione (quindi in deroga agli strumenti urbanistici) per motivi di pubblico interesse, ma in via straordinaria, cioè temporanea e non definitiva, come il Comune invece intende fare (LaVoce). “Noi andiamo avanti”, è la risposta dell’assessore Jamil Sadegholvaad (Corriere, LaVoce).

Spese impreviste. Ieri la commissione bilancio del comune di Rimini ha votato per alcune variazioni, tra cui quella che sfiora i 2 milioni di euro che serviranno a risarcire i privati della lottizzazione del parco Spina Verde (ilCarlino, Corriere, LaVoce).

Sono arrivati a quota 460 i profughi nel riminese. Ventuno gli ultimi arrivati pochi giorni fa. Sono ospitati in soli sei comuni della provincia. Il vicesindaco di Rimini Gloria Lisi solleva il problema: “Molti sindaci disertano le riunioni in Prefettura” (Corriere).

Riccione si organizza. Sono dieci i profughi ospitati da giugno nel centro di via Piemonte. Altri potrebbero essere in arrivo, anche se non ci sono comunicazioni da parte della Prefettura. La cittadina si preparerà, spiega l’assessore Laura Galli, liberando i centri comunali (anche quelli di via Toscana e via Puglie) dagli inquilini di origini africane che li “occupano da oltre venti anni”. “Evidentemente in passato non è stato chiarito a queste persone che quella soluzione di accoglienza era temporanea”, spiega l’assessore (ilCarlino).

Ruby bis, tutto da rifare. La Cassazione ha annullato con rinvio la sentenza di secondo grado della corte d’appello di Milano che lo scorso novembre aveva ridotto da 5 a 3 anni la condanna per favoreggiamento della prostituzione per la riminese Nicole Minetti e da 7 a 4 anni e 10 mesi quella dell’ex direttore del Tg4 Emilio Fede (Carlino, Corriere, LaVoce).

Il mondo della notte si vuole riqualificare. Lo ha detto il presidente del Sindacato dei locali da ballo (Silb) Maurizio Pasca ieri a Rimini per la convention dei presidenti provinciali. Si è parlato di lotta allo sballo. Presenti il prefetto Strano, che ha allargato il cerchio delle responsabilità dalle discoteche al mondo dell’educazione, il deputato Pizzolante che si farà promotore di iniziative specifiche con il Decreto sicurezza, il sindaco di Rimini Gnassi che ha chiesto al mondo della notte nuovi contenuti, quello di Riccione Tosi che ha chiesto responsabilità sociale. “Non siamo educatori. Facciamo divertimento, il più possibile sano”, chiosa il presidente riminese del Silb Gianni Indino (ilCarlino, Corriere, LaVoce).

Oggi sulle prime pagine

ilRestodelCarlino: Tasse evase, imputati undici albergatori | Foto: Muore nel suo ristorante
CorriereRomagna: Profughi, Rimini bacchetta i sindaci | Foto: E’ morto Maurizio del Pic Nic
LaVocediRomagna: Forlì. Si schianta con la moto. Muore 34enne | Foto: Maurizio Bellini si è tolto la vita

Oggi a Rimini

Alle 10,30 in fiera inaugurazione di Macfrut con il viceministro Andrea Olivero
Alle 21 a Castel Sismondo il convegno ‘Terra Viva: finanza ed economia al servizio del pianeta’

Il meglio di InterVista

Per il rientro a scuola. Le parole sempre attuali di Péguy

La tua opinione su quanto hai letto può essere preziosa! Scrivi qui!