In 3000 per partecipare all’Evento firmato ANSPI. Intervista agli organizzatori e carrellata di foto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

locandina_oratorioinfesta_2015E’ il 35° compleanno della manifestazione organizzata dall’Associazione Nazionale San Paolo Italia che dal 1999 si svolge all’interno del nostro Comune. L’Evento è in corso in questi giorni: ha avuto inizio il 30 Agosto e terminerà il 6 Settembre.
Renato Malangone è Consigliere Nazionale ANSPI e Responsabile delle attivà sportive. Lo abbiamo chiamato in causa, essendo uno degli organizzatori della manifestazione: “Più che di finali nazionali, dobbiamo parlare di questo evento come di una festa: è questo il clima che vogliamo trasmettere ai ragazzi che partecipano ed è per questo che l’evento è stato chiamato ‘L’oratorio in festa‘. Oltre allo sport che praticano di consueto, hanno potuto viverlo attraverso altre attività:  dalla fiaccolata che abbiamo organizzato in occasione dell’apertura, al calcio balilla in piazza”.

Renato Malangone
Renato Malangone

Perché decidete di organizzarlo proprio a Bellaria Igea-Marina?

“Abbiamo trovato un bellissimo connubio con la città che ci ha sempre ospitato in maniera eccellente. Per esempio dal punto di vista delle sistemazioni: solo per la prima parte dell’evento dedicata ai più piccoli sono arrivate 1800 persone tra ragazzi, istruttori e genitori; nella seconda fase ne giungeranno circa altre 1300. Inoltre il Comune dispone di un’impiantistica degna di ospitare questa manifestazione, a partire dallo stadio, dove possiamo trovare campi da calcio, da pallacanestro e da pallavolo”.

Quali sono le attività sportive in campo quest’anno?

“Per noi lo Sport è una forma educativa ed offriamo ai ragazzi molte attività in cui cimentarsi. Grazie anche alle strutture messe a disposizione dal Comune di Bellaria abbiamo potuto organizzare competizioni di Calcio a 5, Pallavolo, Pallacanestro, Tiro con l’arco e Atletica leggera. Gran parte di queste gare si sono svolte all’interno dello stadio comunale che abbiamo voluto far vivere come un grande oratorio: c’erano fino a 400 ragazzi distribuiti in vari campetti che giocavano contemporaneamente e tutti prima della partita hanno recitato la preghiera dello sportivo e si sono stretti la mano”.2015_oratorioinfesta_primafase20150830_0032

L’evento però va ben oltre la competizione sportiva: può darcene un assaggio?

“Per concludere la prima fase e salutare i ragazzi abbiamo organizzato una grande sfilata con partenza dalla stazione di Bellaria e termine al Polo Est e la celebrazione di una Messa allo stadio prima delle premiazioni. Ci sono anche attività artistiche in programma, ad esempio Venerdì sera sarà inscenato un musical su Don Bosco, interpretato dai ragazzi dell’oratorio di Rione Tescione di Caserta e Sabato sera avrà luogo la rassegna Anspidanza che vedrà di nuovo protagonisti i ragazzi degli oratori, questa volta attraverso coreografie di ballo”.

Veniamo ad una domanda personale: perché lei fa parte di Anspi e quali sono i suoi princìpi?

“In Anspi ci sono cresciuto. Sono cresciuto ‘vivendo’ l’oratorio che è anche l’ambiente in cui ho conosciuto mia moglie e a cui affido i miei figli. E’ proprio come ho voluto sottolineare un modo di vivere, fatto di valori sani e concreti che allontanano i giovani da altre proposte meno educative”.

L’eufemismo di Malangone si inserisce in maniera pungente nello scenario della nostra riviera, che recentemente è stata scossa da brutte notizie di cronaca riguardanti le nostre discoteche. Di certo non ha voluto puntare il dito contro nessuno, ma per noi le sue parole sono per lo meno fonte di riflessione.2015_oratorioinfesta_primafase20150901_0024

A conclusione dell’intervista Marangone non manca di ricordare il caro Don Tonino “che come parroco ci ha sempre accolto a braccia aperte ed era diventato uno di noi. Partecipava come gli altri alla manifestazione e ha fatto in modo che anche i ragazzi di Bellaria avessero la possibilità di guadagnarsi un posto nelle competizioni, non solo come spettatori”.

Non posso tralasciare un saluto conclusivo ai ragazzi del Cividate Camuno, della Val Camonica (Brescia), selezionati come una delle migliori squadre di calcio del loro campionato, nella categoria Microscarabocchio, e giunti a Bellaria per partecipare a questo evento insieme al loro allenatore Enrico Panighetti e ai loro genitori.WP_20150901_004

Hanno deciso di concedersi una pausa dal fischietto e li ho incontrati in spiaggia, dove lavoro come bagnino per la stagione. Devo dire che prendono molto sul serio lo Sport. Infatti li ho osservati più spesso nel campetto da beach volley che sdraiati sul lettino!

Stefano Neri

Ai seguenti link La Gazzetta dei Talenti numero 3 (dove è presente un’intervista al Presidente dell’Assoalbergatori Graziano Gasperini) e numero 4.

La tua opinione su quanto hai letto può essere preziosa! Scrivi qui!