Paura dell’outlet? La notizia non è nuova

(Comunicato stampa 5 Stelle)

L’amministrazione sta facendo vanto a spada tratta di un grande progetto futuro, che porterà nuove economie al territorio…. A chi? Quale territorio? Bordonchio zona “campi di girasole…” fulcro focale della nostra economia, forse è un operazione di rilancio dell’area un po’ isolata e scarsamente sfruttata.

Noi stessi abbiamo già citato l’outlet diversi mesi fa, eppure solo ora sembra che la gente ne abbia preso coscienza, mettiamola così, se tutto va bene è solo un’altra bolla di sapone come la darsena della quale ancora ride mezza Bellaria Igea Marina per non parlare di nuovo polo scolastico, nuova RSA ecc. Se tutto va male ci vedremo un ecomostro astruso e vacuo, in competizione con tre centri commerciali e diversi outlet… tra cui Savignano, economicamente non proprio felice, come a suggerire la scarsa ragione posta in questa iniziativa, per non parlare del nuovo megastore approvato dalla giunta di Rimini, nuove cementificazioni isolate che distolgono i visitatori dal centro, visto la comoda uscita della statale di fianco alla struttura, che così come li porta, se li riporta via in pochi metri.

Secondo chi amministra, questa è l’occasione per recuperare al terribile errore di non esserci presi il centro commerciale che ora è di Savignano, secondo noi è un immane cavolata! Ma andiamo ad analizzare lo stato evolutivo della vicenda, anno 2008 Enzo Ceccarelli ancora non è neppure candito sindaco che già si fionda con tenacia nella battaglia all’outlet, lo dimostra un articolo di M. Gradara del carlino, lui come tutte le categorie ed emisfero denunciano di quale mostruoso impatto sulle economie locali, poi si va sulla voce, titolo ”il futuro della citta, secondo Aia, Confcommercio, Confartigianato, e bagnini, PSC, LE PROPOSTE DI EMISFERO, NO OUTLET MA ISOLA PEDONALE PROLUNGATA”, dov’è finita la lotta promessa in campagna elettorale nei mesi che hanno preceduto le elezioni del 2009?

La bella abitudine politica di essere tutti leoni prima delle elezioni!

Inoltre una certa ignoranza quando si spiega il progetto, andrebbe eliminata e non rafforzata come accaduto nel consiglio di quartiere della cagnona, dove il sindaco andò a spiegare che l’outlet era una struttura di prodotti di lusso e grandi marche, non un iper dove si vende il mangiare, e cianfrusaglie varie, bene invitiamo alla lettura del termine outlet presa dal dizionario:

outlet

s. ingl. (pl. outlets); in it. s.m. inv.

• Spaccio aziendale, vendita di prodotti a prezzo scontato.

spaccio aziendale o commerciale specializzato nella vendita al dettaglio di prodotti di marche famose o

meno, invenduti o usciti dal catalogo più recente del produttore, viene destinato ai negozi dell’outlet e messo in vendita a prezzi inferiori. In questo modo il produttore può cedere i prodotti invenduti o difettosi di vario genere (d’abbigliamento, scarpe, oggetti di design, alimentari, articoli sportivi, mobili, accessori ecc.)

Non un centro vendita di lusso, ma un punto svendita dei generi più vari, ulteriore minaccia alle nostre economie locali.

Negli ultimi anni abbiamo assistito alla chiusura di numerose attività e alla moria di diverse vie, tra cui quelle aderenti al centro, come via torre o la borgata vecchia, mettere manifesti colorati sulle saracinesche chiuse non rende la città meno povera. Dov’è finito il progetto del centro commerciale all’aperto, perché mettere alcuni comitati di quartiere nelle condizioni di lamentarsi di essere lasciati a se stessi?

Poco significativa anche la scusa utilizzata di dire che se non lo facciamo noi a Bordonchio lo fanno altri a Torre Pedrera o Santarcangelo. Dove sta allora e a cosa serve l’istituzione della Provincia od eventualmente della futura Area Vasta se non si riflette attentamente su questi mostri colonizzatori che depauperano il territorio prelevando la ricchezza locale per trasferirla nei conti correnti delle multinazionali.

L’impegno che si prende ufficialmente il M5S di Bellaria I.M in collaborazione con il M5S di Savignano (anch’esso afflitto dalla problematica delle saracinesche chiuse) è quello di una proposta che preveda nei vincoli dei poteri comunali, una limitazione di orari domenicali all’per Rubicone per ridare degno respiro ai nostri negozi di quartiere.

Bellaria Igea Marina 5 Stelle

La tua opinione su quanto hai letto può essere preziosa! Scrivi qui!