Tito Savini e quella strana inquietudine costruttiva

Dopo il rosario di sabato alle ore 18, il funerale per Tito Savini e Laura Castellani si svolgerà oggi, lunedì 31 ottobre alle ore 15, presso la chiesa di Bellaria centro.

Tito, un amico, un compagno di avventura per la nostra testata, di  cui fu presidente per numerosi anni e sulla quale intervenne più volte con interessanti analisi  e considerazioni, un innovatore e come ho scritto “a caldo” un animo inquieto, desideroso continuamente di novità.

Non sopportava, infatti, la routine e la stasi. Ricordo, in una delle tante occasioni di incontro per la gestione del nostro giornale, come mi confidasse – e lo faceva ripetutamente -, “Nella vita ho tanto, ho tutto. Ma io mi annoio in queste cose. Occorre altro, un’energia viva, uno slancio nuovo”.  E lo diceva dopo attente analisi, proposte, idee, progetti che erano decisamene frizzanti e “avanti” rispetto a quanto si vedeva attorno.

Ma era come se cercasse altro.

Uno stand di Radio Bim durante la Festa di S.Apollonia. Al centro un giovanissimo Tito Savini
Uno stand di Radio Bim durante la Festa di S.Apollonia del ’77. Al centro un giovanissimo Tito Savini

Questo slancio aveva avuto soddisfazione, sempre parole sue, solo nell’esperienza di Radio Bim, che considerava fantastica e unica, e che vedeva rivivere parzialmente sulle pagine del nostro giornale, in alcune fasi della sua vita.  Vedeva Bellaria Igea Marina troppo ferma e statica. Tito aveva sostenuto il cambiamento politico del 2008 con vigore ed entusiasmo, per poi distaccarsi gradualmente dalla vita pubblica (anche rispetto ai suoi numerosi incarichi in ambito professionale) negli ultimi anni.

Era un po’ che non lo sentivo. Sono tuttavia certo che quella “noia”, ovvero quel pungolo a fare “di più e altro” fosse ancora più acuto in Tito. Sicuramente non spento, in un uomo come lui, mai domo e di eccezionale forza d’animo.

Vi proponiamo qui alcuni suoi interventi su Il Nuovo. Credo sia il miglior modo per tenere vivo quel che di più interessante ha dato al paese in tanti anni di attività.

Cliccando sull’immagine qui sotto, aprite il pdf de Il Nuovo del 14 aprile 2005 e a pag. 4 trovate un interessante articolo sulla necessità di una nuova stagione per Bellaria Igea Marina. L’articolo potete leggerlo in formato testo anche qui.

facciata-il-nuovo-2015

La seconda intervista che vi proponiamo è quella rilasciata in occasione dell’inizio della sua presidenza della nostra associazione (Associazione Nuova Bellaria Igea Marina). Si tratta de Il Nuovo del 26 settembre 2008. L’intervista la trovate a pagina 3 (cliccare sull’immagine sotto).

cpertina-il-nuovo-2008

Infine vi proponiamo questa intervista, forse quella che a Tito piaceva di più. Si tratta dell’intervista con i vecchi amici di Radio Bim che proprio lui aveva radunato per ricordarne le gesta su Il Nuovo.  Su Radio Bim poi vi furono ulteriori nostri servizi e vi dedicammo una pagina de nostro sito, in cui vi son anche spezzoni audio d’epoca (cliccare qui).

Per leggere l’intervista cliccate sull’immagine sottostante e andate alla pag. 4 del pdf.

copertina-il-nuovo-2010

 

1 thought on “Tito Savini e quella strana inquietudine costruttiva”

La tua opinione su quanto hai letto può essere preziosa! Scrivi qui!